Mese: agosto 2018

Come i tuoi concorrenti possono facilmente prendersi le tue quote di mercato se la tua tecnologia di apprendimento è ancora simile a quella del business dei trasporti degli anni ’80…

Negli anni 80 guidare un camion non era come oggi, infatti non era inusuale che i camionisti guadagnassero quasi come dei dirigenti aziendali.
Il titolare era generalmente un avventuriero che, quando necessario, si prendeva 2 o 3 settimane per “esplorare” una nuova rotta. Se prendiamo l’Italia come riferimento, un esempio poteva essere come arrivare dal centro logistico di Frosinone fino ad un paesino di provincia in Romania.

Il compito dell’imprenditore era di trovare una strada tramite cui i camion potessero arrivare a destinazione, evitando sterrati, strade ripide o altre situazioni che avrebbero rallentato o impedito il passaggio dei camion. Quindi, nel tempo che aveva a disposizione (circa 2 o 3 settimane), l’imprenditore doveva cercare una strada che aprisse un nuovo mercato.

Ovviamente non esistevano i navigatori e, passata l’Italia, le indicazioni stradali erano scarse o non facilmente disponibili. Quindi l’imprenditore era costretto a “scommettere” su una strada piuttosto che un’altra, sperando di non ritrovarsi in strade dissestate di campagna o in strade chiuse o che non portavano a nulla.
Non sempre esisteva una strada percorribile con i camion in dotazione, ma se c’era doveva trovarla entro il periodo che aveva a disposizione, altrimenti sarebbe stata una spedizione sprecata.

Allo stesso modo, nelle nostre aziende abbiamo continuamente la pressione della concorrenza e dobbiamo sviluppare nuovi prodotti ad intervalli regolari. Per le aziende automobilistiche questo periodo può arrivare ad 8 anni, per le macchine industriali bisogna portare qualcosa di nuovo alla fiera annuale del settore, per le aziende di design va sviluppata una collezione ogni due anni.

Continua a leggere!